Potremmo ricevere una commissione se effettui un acquisto utilizzando i link presenti in questo sito web.

Recensione ExpressVPN (2023): I 11 pro e 4 contro

Di Tibor Moes / Ottobre 2022 / Valutazione 4 su 5

Recensione ExpressVPN (2023): I 11 pro e 4 contro

Recensione ExpressVPN (2023)

ExpressVPN è una VPN eccellente. Ma molto costosa.

ExpressVPN utilizza un’eccezionale tecnologia per la privacy. Dal punto di vista hardware, dispone di server RAM con 32 core e una connessione a 10 Gbps. Dal punto di vista del software, ha sviluppato il protocollo Lightway VPN, che si connette istantaneamente. La combinazione di entrambi lo rende una VPN eccezionale.

Eppure il suo prezzo è confuso. Con un costo doppio rispetto alla maggior parte dei concorrenti, deve essere due volte più buono, giusto? Beh, non è così. Il design di NordVPN è più bello e le sue funzioni bonus (come Double VPN) sono più avanzate. E anche CyberGhost nasconderà il suo indirizzo IP, per molto meno.

Quindi, perché pagare il doppio per ExpressVPN? Beh, la tecnologia è di classe mondiale e frequentemente verificata da esperti di sicurezza esterni. Quindi, se ha il denaro necessario, lo scelga. Ma tenga presente che: Al prezzo di un contratto di un anno con ExpressVPN, può ottenere un contratto di due anni con NordVPN o CyberGhost.

Noi consigliamo ExpressVPN, ma NordVPN offre un miglior rapporto qualità-prezzo.

Pro di ExpressVPN:

  • Server RAM. La rete di server di ExpressVPN è composta esclusivamente da server RAM, che eliminano automaticamente tutti i dati al riavvio.
  • Protocollo Lightway. Il protocollo Lightway di ExpressVPN si connette molto più velocemente di WireGuard, OpenVPN o IKEv2. Le connessioni sono fulminee.
  • Design intuitivo. ExpressVPN è tecnologicamente avanzato e allo stesso tempo facile da usare. Anche i principianti assoluti potranno proteggere i loro dati in pochi secondi.
  • Politica No-Log. ExpressVPN non traccia le sue attività online, l’indirizzo IP o le query DNS. Lei è anonimo.
  • Audit indipendenti. Nessun’altra VPN è stata sottoposta a così tanti controlli di sicurezza esterni come ExpressVPN, il che la rende altamente affidabile.
  • Funziona con tutti i servizi di streaming. ExpressVPN funziona con Netflix, Amazon Prime Video, Disney+, Hulu, HBO Max, Apply TV e molto altro.
  • Permette il torrenting. ExpressVPN consente il torrenting ad alta velocità su tutti i suoi server. Inoltre, la sua politica di assenza di log e il kill switch la faranno rimanere inosservato.
  • 5 connessioni simultanee. Può installare ExpressVPN su 5 dispositivi contemporaneamente. Oppure installarlo sul suo router per proteggere tutta la sua casa.
  • Innovazione costante. ExpressVPN migliora costantemente i suoi server VPN e le sue funzioni di sicurezza, come la Protezione dalle minacce.
  • Gestore di password gratuito. ExpressVPN Keys, il gestore di password, è integrato nelle app per Android e iOS e disponibile su Chrome.
  • Funziona in Cina. ExpressVPN è uno dei pochi fornitori di VPN che funzionano in Cina.

Contro di ExpressVPN:

  • Prezzo. Per un contratto di un anno con ExpressVPN, può ottenere un contratto di due anni con NordVPN, CyberGhost o Surfshark.
  • Design. Il design di ExpressVPN è funzionale. Ma in termini di bellezza, non può eguagliare il design della mappa del mondo di NordVPN (soprattutto in modalità scura).
  • 3.000 server in 94 Paesi. Sembra molto, ma solo 46 Paesi hanno server fisici. Gli altri 48 hanno server virtuali.
  • Nessuna app su Linux. ExpressVPN non dispone di un’applicazione per Linux. Deve invece utilizzare il terminale. Tuttavia, ad alcuni potrebbe piacere così.

Il prezzo di ExpressVPN varia a seconda della regione. Clicchi sul pulsante per vederlo nella sua.

Specifiche di ExpressVPN
Valutazione
4.0 ★★★★
Streaming
Netflix, Amazon, Disney, Hulu, HBO, Apple, BBC e molto altro.
Torrenting (P2P)
Torrenting consentito
Registrazione
Nessun registro
Sistemi operativi
Windows, macOS, Android, iOS, Linux
Server e Paesi
Oltre 3.000 server in 94 Paesi
Connessioni simultanee
5
Prezzo per 1 mese
$ 12.95
Prezzo per 1 anno
$ 99.84
Metodo di pagamento
Carta di credito, Bitcoin, PayPal, Sofort, iDeal, GiroPay e altro ancora.
Garanzia di rimborso
30 giorni
Politica di registrazione: ExpressVPN conserva i registri?

Politica di registrazione

ExpressVPN conserva i registri?

No, ExpressVPN non conserva registri delle sue attività online. Per dimostrarlo, ExpressVPN ha sottoposto il suo codice sorgente e la sua tecnologia server ad un’ispezione da parte di PwC, una delle maggiori società di revisione al mondo. Hanno confermato che ExpressVPN non tiene traccia di ciò che fa online.

Perché è importante la registrazione?

Quando naviga sul web, il suo Internet Service Provider (ISP) può tracciare le sue attività online e vendere questi dati. Quando utilizza una VPN (virtual private network), il suo ISP non può più farlo.

Ma quando i suoi dati passano attraverso i server VPN, il suo provider VPN potrebbe spiarla come ha fatto il suo ISP. E alcuni servizi VPN gratuiti lo fanno.

Ecco perché è essenziale leggere le politiche di registro e di privacy del suo servizio VPN. L’informativa sulla privacy di ExpressVPN indica chiaramente cosa traccia:

Cosa registra ExpressVPN?

  • Le app e le versioni di app che ha attivato.
  • Le date di connessione al servizio VPN (ma non gli orari).
  • La posizione del server che ha utilizzato, ma non l’indirizzo IP del server.
  • La quantità di dati trasferiti al giorno (in MB).

Che cosa non registra ExpressVPN?

  • Il suo indirizzo IP e l’indirizzo IP del server VPN che ha utilizzato.
  • La sua cronologia di navigazione.
  • La destinazione del suo traffico e il contenuto dei dati.
  • I suoi metadati (orari di connessione e durata della sessione).
  • Le sue query DNS.

Le informazioni che raccoglie le consentono di risolvere i problemi delle sue applicazioni e della sua rete e di fornirle assistenza ai clienti.

Può scegliere di aiutare ExpressVPN fornendo dati anonimi su crash, errori di connessione e test di velocità. ExpressVPN le chiederà il permesso di farlo al momento dell’installazione del servizio e lei potrà fare clic su “no” se non lo desidera. È tutto molto trasparente e diretto.

In poche parole: ExpressVPN ha una rigorosa politica di assenza di log per quanto riguarda la sua attività online. Di conseguenza, lei è anonimo quando utilizza ExpressVPN.

ExpressVPN è affidabile?

Sì, ExpressVPN è affidabile.

Molti fornitori di VPN affermano che la loro tecnologia è sicura e che non registrano le attività online dei loro utenti. Ma come possiamo esserne certi? Solo attraverso una verifica indipendente da parte di esperti di sicurezza che hanno accesso ai server VPN e al codice sorgente. Si tratta di un audit indipendente.

ExpressVPN ha una lunga storia di audit di sicurezza e test di penetrazione eseguiti da terze parti indipendenti. Inizialmente, l’azienda li ha utilizzati per rafforzare la propria sicurezza. Ma al giorno d’oggi, gli audit servono anche a stabilire la fiducia e la trasparenza con i clienti.

Questi sono gli audit in cui ExpressVPN si è impegnata nel corso degli anni:

  • Novembre 2018: Cure53 ha controllato l’estensione del browser.
  • Giugno 2019: PwC ha verificato se il codice è in linea con la politica sulla privacy e se la tecnologia TrustedServer funziona come pubblicizzato.
  • Giugno 2020: PwC ha verificato le politiche di sicurezza contro le modifiche non autorizzate delle app per mantenerle libere da malware.
  • Agosto 2021: Cure53 ha verificato il protocollo Lightway. Si noti che il protocollo stesso è open-source e disponibile su Github.
  • Marzo 2022: F-Secure ha verificato la sicurezza dell’applicazione Windows 10 (v10) attraverso un test di penetrazione.
  • Aprile 2022: F-Secure ha ripetuto il suo test di penetrazione dell’app Windows 10, ma questa volta per la versione 12 (v12) dell’app.
  • Settembre 2022: Cure53 ha verificato il router VPN Aircove attraverso un test di penetrazione e l’ispezione del codice sorgente.
  • Ottobre 2022: KPMG ha verificato se la Tecnologia TrustedServer è in linea con la politica sulla privacy.
  • Ottobre 2022: Cure53 ha verificato la sicurezza della Tecnologia TrustedServer attraverso un test di penetrazione.

Non conosciamo nessun altro fornitore di VPN che sia stato sottoposto a un numero simile di audit indipendenti. Pertanto, riteniamo che ExpressVPN sia affidabile.

Proprietà: Chi è il proprietario di ExpressVPN?

Proprietà

Chi è il proprietario di ExpressVPN?

Kape Technologies possiede ExpressVPN. Kape è un fornitore di software di sicurezza di Londra che possiede anche CyberGhost VPN, Private Internet Access, ZenMate e Intego Antivirus. È un’azienda quotata in borsa con oltre 6,5 milioni di abbonati ai suoi prodotti.

Perché la proprietà è importante?

Le aziende sono registrate in Paesi. E i Paesi possono avere leggi sulla conservazione dei dati o far parte di alleanze di sorveglianza come i 5, 9 e 14 Occhi.

Per esempio, se un’azienda è registrata negli Stati Uniti, può ricevere mandati di comparizione da parte delle forze dell’ordine che le ordinano di consegnare i dati sul traffico.

È meno probabile che questo accada quando un provider VPN è registrato in un Paese meno controllato, come le BVI. Ma non è una soluzione a prova di bomba.

Dove ha sede ExpressVPN?

ExpressVPN ha sede nelle Isole Vergini Britanniche (BVI), un gruppo di isole nei Caraibi. Sebbene condivida il nome con la Gran Bretagna (UK), è un Paese autonomo con una propria legislatura, un proprio sistema giudiziario e una propria forza di polizia. Ciò significa che non fa parte dell’Alleanza di Sorveglianza dei 14 Occhi.

Ufficialmente, i fondatori di ExpressVPN hanno scelto le BVI perché non hanno leggi sulla conservazione dei dati. E perché è troppo complicato per un governo straniero convincere l’Alta Corte delle BVI a rilasciare i suoi dati tramite un mandato di comparizione.

C’è del vero in questo. Ma ExpressVPN non è al di sopra della legge. Ha una base di utenti globale, con un’ampia porzione negli Stati Uniti e nell’Unione Europea. E la sua società madre, Kape, è quotata alla Borsa di Londra. Quindi i suoi legami con il mondo occidentale e le sue agenzie governative sono forti.

Quindi prenda la registrazione nelle BVI con un grano di sale. Non è una garanzia che ExpressVPN sia intoccabile. Si concentri invece sulla rigorosa politica no-logs di ExpressVPN e sui server RAM (che non hanno dischi rigidi e non possono memorizzare dati). Questi sono gli elementi che manterranno i suoi dati anonimi.

Chi è il proprietario di ExpressVPN?

Peter Burchhardt e Dan Pomerantz hanno fondato Express VPN International Ltd nel 2009. Hanno venduto l’azienda a Kape Technologies nel 2021.

Kape è un fornitore di software che possiede anche CyberGhost VPN, Private Internet Access, ZenMate e Intego Antivirus. È una società quotata in borsa alla London Stock Exchange (ticker KAPE).

L’azienda ha una storia movimentata:

  • Nel 2012, Teddy Sagi, un uomo d’affari israeliano, ha acquisito Crossrider. L’azienda sviluppava kit di sviluppo software per le estensioni del browser. Purtroppo, queste sono state utilizzate in modo improprio per l’inserimento di annunci da parte degli sviluppatori di adware.
  • Nel 2014, l’azienda è stata quotata alla Borsa di Londra.
  • Nel 2016, è stato nominato un nuovo team di gestione. L’azienda ha smesso di lavorare sui kit di sviluppo software per concentrarsi esclusivamente sulla privacy e sulla sicurezza digitale.
  • Nel 2017, l’azienda ha acquisito CyberGhost VPN.
  • Nel 2018, l’azienda ha cambiato nome in Kape Technologies e ha acquisito Intego, un famoso programma antivirus per Mac, e ZenMate, un’altra VPN.
  • Nel 2019, l’azienda ha acquisito Private Internet Access, un’altra VPN.
  • Nel 2021, l’azienda ha acquisito ExpressVPN e Webselenese, un’azienda che gestisce diversi grandi siti web di recensioni VPN.

Questo consolidamento non è raro:

Il consolidamento significa che il settore della privacy sta crescendo. Che sono coinvolti più soldi e che i servizi VPN continueranno a competere, innovare e migliorare. È una buona notizia per i consumatori.

E in quanto società quotata in borsa con responsabilità nei confronti dei suoi azionisti, Kape deve mantenere le sue promesse in materia di privacy e sicurezza. Quindi può stare certo che farà tutto il possibile per difendere la sua privacy digitale. Dopo tutto, il prezzo delle loro azioni dipende da questo.

Caratteristiche di sicurezza: ExpressVPN è sicuro?

Caratteristiche di sicurezza

ExpressVPN è sicuro?

ExpressVPN è uno dei servizi VPN più sicuri. Pochissimi altri fornitori di VPN hanno investito tanto nella loro tecnologia di sicurezza. Sia l’hardware che il software di ExpressVPN sono eccezionali.

L’intera rete di server è costituita da server solo RAM, che vengono aggiornati a server a 32 core con una connessione a 10 Gbps, da server a 20 core con una connessione a 1 Gbps.

E ognuno di questi esegue il protocollo Lightway di ExpressVPN, il protocollo VPN di connessione più rapido che abbiamo testato. La connessione a un server VPN è immediata con Lightway.

Anche se ExpressVPN ha solo server fisici in 46 Paesi (gli altri 48 Paesi hanno server virtuali), la qualità di questi server è eccezionale. Ed è questo che conta.

Server – Dove si trovano i server di ExpressVPN?

ExpressVPN ha server in 94 Paesi, che coprono tutti i continenti tranne l’Antartide. Sono molti. Di questi 94 Paesi, 46 hanno server fisici e 48 hanno server virtuali. Questo suona confuso. Qual è la differenza e perché è importante? Lo spieghiamo qui di seguito.

Posizioni dei server fisici e virtuali

Quando un provider VPN dispone di server fisici in un Paese, il server e l’indirizzo IP registrato si trovano entrambi all’interno dei confini del Paese. Con un server virtuale, l’indirizzo IP è registrato nel Paese, ma il server si trova effettivamente in un Paese diverso.

Il vantaggio di un server virtuale è che otterrà un indirizzo IP locale, che le permetterà di navigare sul web come se si trovasse nel Paese di sua scelta. Lo svantaggio è che il server reale può essere molto lontano, riducendo la velocità di download e aumentando la latenza (ping).

Per esempio, i server virtuali in Cile e Guatemala le forniscono un indirizzo IP locale, ma il traffico viene instradato attraverso un server in Brasile. Lo stesso vale per il Pakistan e lo Sri Lanka, dove il server si trova in realtà a Singapore.

I server virtuali esistono perché non tutti i Paesi dispongono di un’infrastruttura server sicura. Quindi, per avere un IP locale, è meglio ospitare il server fisico altrove, dove i centri dati sono affidabili.

Alcuni fornitori di VPN, come ExpressVPN, CyberGhost e Surfshark, vogliono offrire il maggior numero possibile di indirizzi IP locali. Probabilmente per un mix di marketing e usabilità.

Altri fornitori di VPN, come NordVPN e IPVanish, non utilizzano server virtuali. Questo riduce il numero totale di indirizzi IP locali che possono offrire. Ma può essere certo che ogni server si trova dove dice di essere.

Ogni strategia ha i suoi pro e contro. Tenga presente che il confronto del numero totale di Paesi non è un confronto alla pari. Per esempio, ExpressVPN ha server fisici in 46 Paesi (su 94), mentre NordVPN ha server fisici in 59 Paesi (su 59).

Tecnologia TrustedServer

I server tradizionali, come il suo PC, utilizzano i dischi rigidi per archiviare il sistema operativo, il software e i dati. Nel suo portatile, questo va bene. Ma in un server VPN, questo rappresenta un rischio. Perché se un server viene violato o sequestrato dalle autorità, tutti i dati saranno memorizzati su di esso.

Ecco perché ExpressVPN utilizza la tecnologia TrustedServer su tutti i suoi server a livello globale. Questi sono noti anche come server RAM, perché non dispongono di dischi rigidi. Invece, funzionano su una memoria volatile, chiamata RAM.

Poiché la RAM richiede energia per conservare i dati, tutte le informazioni vengono automaticamente cancellate quando il server viene spento o riavviato. Quindi, quando un server viene bloccato e scollegato dalla sua fonte di alimentazione, viene automaticamente ripulito.

Un secondo vantaggio è che lo stack software del server, composto dal sistema operativo e dal software aggiuntivo, viene reinstallato ad ogni riavvio. Ciò significa che tutto il software è aggiornato e uniforme su tutti i server, il che riduce la possibilità di vulnerabilità di sicurezza.

A differenza di altri fornitori VPN che affermano di utilizzare server RAM (come NordVPN), ExpressVPN ha già implementato questa tecnologia su tutti i suoi server. Gli altri fornitori di VPN sono ancora in fase di transizione.

Protocollo VPN Lightway

Un protocollo VPN determina il modo in cui un dispositivo si connette a un server VPN e come vengono trasferiti i dati. Questo è importante perché influenza la velocità con cui viene stabilita la connessione e con cui vengono trasferiti i dati.

Molti fornitori di VPN hanno adottato WireGuard, il protocollo VPN open-source di nuova generazione. Tuttavia, ExpressVPN ha deciso di creare un proprio protocollo VPN chiamato Lightway.

Si tratta di un protocollo leggero, con solo 2000 righe di codice, progettato per connettersi in pochi secondi, offrire velocità di download elevate e rendere la connessione più affidabile e sicura.

Secondo la nostra esperienza, Lightway si connette più velocemente di altri protocolli, tra cui OpenVPN e WireGuard. L’impatto di questo non deve essere sottovalutato. Con Lightway, la sensazione è che la connessione sia istantanea. Il che conferisce a ExpressVPN un’atmosfera premium e un autentico vantaggio competitivo.

La base di codice più piccola richiede anche meno risorse alla sua CPU, il che aumenta la durata della batteria. Inoltre, consente di verificare rapidamente il protocollo, cosa che Cure53 ha già fatto. Se vuole farlo anche lei, può consultare il codice sorgente su GitHub.

Ma non deve necessariamente utilizzare Lightway. ExpressVPN le dà accesso a 6 protocolli VPN (anche se questo varia a seconda dei sistemi operativi):

  • Lightway (UDP): Protocollo proprietario di ExpressVPN, spiegato di seguito.
  • Lightway (TCP): Più lento di UDP, ma si connette meglio su alcune reti.
  • OpenVPN (UDP): Il protocollo VPN open-source più diffuso. Apprezzato per la sua velocità, sicurezza e affidabilità.
  • OpenVPN (TCP): Più lento dell’UDP, ma si connette meglio su alcune reti.
  • IKEv2: Un protocollo VPN veloce che passa rapidamente e facilmente tra reti Wi-Fi e mobili. Ma non funziona su tutte le reti.
  • L2TP/IPsec: Il protocollo VPN meno sicuro e preferibilmente da evitare.

10 Gbps Server con 32 core

La maggior parte di noi ha una connessione Internet da 10 a 100 Mbps (0,01 o 0,1 Gbps). I server, invece, hanno connessioni Internet da 1,0 Gbps. Dopotutto, devono gestire molti più dati, dato che più di un utente è collegato a un singolo server. I server, quindi, richiedono una maggiore larghezza di banda.

ExpressVPN sta aggiornando tutti i suoi server da 1.0 a 10.0 Gbps e da 20 a 32 core di elaborazione per server. Ciò significa che ci sarà meno congestione, in quanto gli utenti condivideranno meno core e avranno più larghezza di banda per utente. Ciò si tradurrà in una maggiore velocità di download e in un minore ritardo.

DNS privato

Come una casa ha delle coordinate geografiche che semplifichiamo con un indirizzo, un sito web ha un indirizzo IP che semplifichiamo con un nome di dominio. Per esempio, quando digita “softwarelab.org”, viene indirizzato a 165.227.148.211.

Questa traduzione dal dominio all’IP viene effettuata dai server DNS. Il proprietario del server DNS, di solito il suo ISP, può vedere tutti i siti web consultati dai server DNS. Quindi ha una versione molto accurata della cronologia del suo browser.

Fortunatamente, ExpressVPN utilizza il proprio DNS privato e crittografato su ogni server VPN. Questo permette a tutte le sue richieste DNS di rimanere nel tunnel VPN crittografato e nascoste al suo ISP.

Server Stealth

Quando utilizza un servizio VPN, il suo ISP non può vedere cosa sta facendo online. Tuttavia, ispezionando l’aspetto dei suoi dati, possono capire che sta utilizzando una VPN. In Paesi altamente censurati come la Cina, questo può indurre gli ISP a bloccare il suo traffico internet.

Alcuni fornitori di VPN applicano una “tecnologia di offuscamento” per nascondere il suo utilizzo della VPN. Questo è un modo elegante per dire che cambiano l’aspetto dei suoi dati, in modo che l’ISP non possa sapere che sta utilizzando una VPN.

La maggior parte dei fornitori di VPN è sincera sull’utilizzo di una tecnologia che le consente di aggirare i firewall che bloccano le VPN. NordVPN ha server offuscati e Surfshark utilizza la modalità Camouflage. Tuttavia, ExpressVPN tace sull’argomento.

Da quello che possiamo raccogliere sul web, quando si lascia la selezione del protocollo in “automatico”, ExpressVPN lo rileva quando qualcuno ispeziona i dati. A quel punto, attiva la tecnologia di offuscamento per nascondere l’utilizzo della VPN.

Secondo alcuni, questo sistema può persino ingannare il grande firewall cinese. Non è certo che funzioni su tutti i server. Quindi, prima di recarsi in Cina, si metta in contatto con l’assistenza e chieda loro di consigliarle un server.

Test di posizione e velocità intelligente

Quando clicca su “connetti”, ExpressVPN selezionerà automaticamente il server migliore per lei, in base alla distanza dal server, alla velocità di download e alla latenza (ping).

Ma se vuole, può anche eseguire un test rapido e scoprire il server ottimale: Basta disconnettersi, aprire il menu e cliccare su “speed test”.

ExpressVPN eseguirà un rapido test per calcolare la sua latenza e la velocità di download su un’ampia gamma di server in tutto il mondo. Quelli con la latenza più bassa e la velocità di download più elevata avranno il miglior punteggio dell’indice di velocità. Potrà quindi selezionare il server ottimale per lei.

Si tratta di una funzione unica che non abbiamo visto su nessun altro fornitore di VPN e di un modo rapido per imparare il rapporto tra distanza, latenza e velocità.

Tunneling diviso VPN

Lo split tunneling le permette di selezionare quali applicazioni accedono a Internet attraverso il tunnel VPN e quali si connettono direttamente senza crittografia.

Questo può essere utile quando desidera che il traffico del suo browser sia crittografato, pur consentendo ad altre applicazioni (ad esempio, i giochi per computer) di connettersi direttamente a Internet per evitare lag o utilizzare il suo vero indirizzo IP.

La funzione di split tunneling di ExpressVPN ha tre impostazioni:

  • Tutte le app utilizzano la VPN.
  • Selezioni le applicazioni che non utilizzano la VPN.
  • Selezioni le applicazioni che utilizzano esclusivamente la VPN (tutte le altre applicazioni non lo faranno).

Interruttore di blocco della rete

Il kill switch di ExpressVPN blocca tutto il traffico internet quando la VPN si disconnette improvvisamente. Questo protegge i suoi dati e il suo indirizzo IP dalla dispersione sul web al di fuori del tunnel VPN crittografato.

ExpressVPN le permette di escludere i dispositivi della rete locale (LAN), come stampanti e file server, dal kill switch.

Manager delle minacce

Alcune app e siti web inviano segretamente dati a tracker di terze parti. Questi tracker utilizzano queste informazioni per creare un profilo su di lei e inviarle annunci pubblicitari mirati.

Il threat manager di ExpressVPN impedisce a tutte le app e ai siti web del suo dispositivo di comunicare con questi tracker di terze parti. Lo fa scansionando le connessioni in uscita a livello di DNS e bloccando qualsiasi connessione che tenti di raggiungere un server presente nella blocklist di ExpressVPN.

Gestore di password

ExpressVPN Keys è il gestore di password dell’azienda. Come NordPass, la aiuta a creare e memorizzare password altamente sicure per tutti i suoi account. Queste password vengono memorizzate nel caveau e compilate automaticamente quando tenta di accedere a un sito web o a un’applicazione.

Il gestore di password di ExpressVPN è integrato nelle app per iOS e Android e si presenta sotto forma di estensione del browser per Google Chrome su PC e Mac. A differenza di NordPass, il gestore di password di NordVPN, ExpressVPN Keys è incluso gratuitamente nell’abbonamento VPN.

Crittografia AES-256

I servizi VPN svolgono tre compiti fondamentali:

  • Nascondere l’indirizzo IP.
  • Mescolare i suoi dati con quelli di altri utenti.
  • Crittografia dei dati.

La crittografia dei suoi dati è una parte essenziale. La mantiene sicura e illeggibile a terzi, come gli hacker su una rete Wi-Fi pubblica.

Per impostazione predefinita, ExpressVPN utilizza la crittografia AES-256-GCM, che sta per Advanced Encryption Standard con una chiave a 256 bit.

Persino i moderni supercomputer non sono in grado di decifrare la crittografia AES-256 tramite attacchi di forza bruta. Le combinazioni possibili sono semplicemente troppe.

Tuttavia, la crittografia e la decrittografia dei dati costano potenza di calcolo. Quindi, se utilizza il protocollo Lightway su router o telefoni con una CPU limitata, ExpressVPN può passare al meno impegnativo cifrario ChaCha20/Poly1305.

Avvio automatico e connessione automatica

Queste funzioni sono tanto semplici quanto essenziali. Perché siamo tutti umani e a volte dimentichiamo semplicemente di attivare la nostra connessione VPN.

Auto-Launch indica a ExpressVPN di avviarsi all’avvio del dispositivo. E Auto-Connect le dice di connettersi all’ultimo server VPN utilizzato all’avvio di ExpressVPN.

Protezione IPv6 Leak

IPv4, Internet Protocol Version 4, è il nostro attuale protocollo Internet (IP). Viene utilizzato da computer, telefoni, tablet, server e altri dispositivi IoT per comunicare via Internet.

Poiché gli indirizzi IPv4 sono di 32 bit, sono disponibili circa 4,3 miliardi di indirizzi. E a causa della continua espansione di Internet, stiamo rapidamente esaurendo questi indirizzi.

Ecco perché l’IPv6 è stato inventato dalla Internet Engineering Task Force (IETF). Poiché gli indirizzi IPv6 sono lunghi 128 bit, sono disponibili 3,4*100^38 indirizzi. Quindi potremmo non esaurirli mai.

Quindi, col tempo, l’IPv4 sarà sostituito dall’IPv6. Attualmente, ci troviamo in quel punto intermedio e scomodo in cui la maggior parte degli indirizzi sono IPv4 e alcuni sono IPv6. E questo può creare una vulnerabilità per la sicurezza. Le spieghiamo:

La maggior parte dei provider VPN, compreso ExpressVPN, utilizza IPv4. Questo potrebbe far sì che il traffico IPv6 venga eseguito al di fuori del tunnel VPN su alcune reti. Ciò significa che qualcuno potrebbe individuare il suo vero indirizzo IPv6.

Fortunatamente, ExpressVPN dispone di una funzione chiamata protezione dalle perdite IPv6, che impedisce il rilevamento degli indirizzi IPv6. Questa funzione è attiva per impostazione predefinita, e dovrebbe disattivarla solo se ha bisogno di connettività IPv6.

Ottimizzare la velocità di Windows

Quando utilizza ExpressVPN su Windows, può trovare una funzione chiamata “Ottimizza rete Windows per massimizzare la velocità VPN”. Questa funzione ottimizza le impostazioni di rete predefinite su Windows 7 e 8 per ottenere velocità di download moderne.

Server di streaming

A differenza di altri servizi VPN, ExpressVPN non utilizza server di streaming dedicati. Invece, lo streaming funziona semplicemente su tutti i server VPN.

Server P2P

A differenza di altri servizi VPN, ExpressVPN non utilizza server P2P dedicati. Invece, il torrenting funziona semplicemente su tutti i server VPN.

Server IP dedicati

ExpressVPN non dispone di server con un indirizzo IP dedicato, noto anche come indirizzo IP statico. Al contrario, NordVPN offre server IP dedicati. E CyberGhost le offre persino la possibilità di acquistare un indirizzo IP unico che utilizzerà solo lei.

Compatibilità con Tor

ExpressVPN funziona con Tor (The Onion Router). Quindi è sufficiente connettersi prima al server VPN e poi aprire il browser Tor.

Per chi non lo sapesse, Tor è un browser unico che consente di accedere al dark web tramite la Rete Onion. Gli informatori e gli attivisti lo utilizzano spesso per aggiungere un ulteriore livello di anonimato al loro mondo digitale.

Test di streaming: ExpressVPN è buona per lo streaming?

Test di streaming

ExpressVPN è buona per lo streaming?

ExpressVPN è una VPN perfetta per lo streaming. Funziona con tutti i principali servizi di streaming, tra cui Netflix (in molti Paesi), Amazon Prime Video, Disney+, Hulu, HBO Max e Apple TV.

ExpressVPN funziona con Netflix?

Sì, ExpressVPN funziona con Netflix. Siamo stati in grado di sbloccare gli spettacoli locali di Netflix su un’ampia gamma di server VPN, compresi quelli in Australia, Canada, Francia, Germania, Paesi Bassi, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

A differenza di CyberGhost, ExpressVPN non utilizza server di streaming dedicati. Invece, può accedere ai servizi di streaming sui server VPN. ExpressVPN monitora attivamente i suoi indirizzi IP; se Netflix ne blocca uno, lo sostituisce.

Quindi, se riscontra un errore proxy di Netflix, cambi il server. Nella maggior parte dei casi, questo risolve il problema all’istante.

ExpressVPN funziona con Amazon Prime Video?

Sì, ExpressVPN funziona con Amazon Prime Video.

ExpressVPN funziona con Disney+?

Sì, ExpressVPN funziona con Disney+.

ExpressVPN funziona con Hulu?

Sì, ExpressVPN funziona con Hulu.

ExpressVPN funziona con HBO Max?

Sì, ExpressVPN funziona con HBO Max.

ExpressVPN funziona con la Apple TV?

Sì, ExpressVPN funziona con Apple TV.

Test di velocità: Quanto è veloce ExpressVPN?

Test di velocità

Quanto è veloce ExpressVPN?

ExpressVPN è velocissimo. Sia sul protocollo OpenVPN che su quello Lightway, provoca un rallentamento della velocità di download inferiore al 5%. Questo è in linea con le VPN più veloci in assoluto.

Ma ciò che ci ha colpito di più è il tempo necessario per connettersi a un server VPN. Grazie al protocollo Lightway di ExpressVPN, la connessione è istantanea. Potrebbe sembrare banale, ma in realtà è davvero impressionante.

Nessun altro servizio VPN si connette così rapidamente come ExpressVPN. È questo che conferisce a ExpressVPN la sua sensazione di qualità.

Come si esegue un test di velocità?

A meno che non disponga di una connessione internet da 1 Gbps (Gigabyte al secondo), non sarà mai in grado di testare i limiti di velocità di un servizio VPN. Questo perché le connessioni ai loro parchi server consentono velocità di download molto più elevate rispetto alla rete Wi-Fi del suo ufficio o della sua abitazione.

Invece, può verificare il rallentamento causato dall’instradamento dei suoi dati attraverso il tunnel VPN crittografato. E a seconda della tecnologia e del protocollo VPN utilizzati, questo rallentamento può essere limitato o grave. Abbiamo fatto esattamente questo da un WeWork di Colonia, in Germania.

  • Abbiamo testato la nostra velocità di download di Internet 3 volte su SpeedTest.net. Poi abbiamo fatto una media dei risultati per ottenere la nostra velocità di base. Di solito effettuiamo il test anche su Fast.com, ma ExpressVPN sembra bloccare questo sito web.
  • Ci siamo poi collegati a un server VPN locale e abbiamo ripetuto il test su ogni protocollo: OpenVPN (UDP), OpenVPN (TCP), NordLynx e IKEv2.

Questi sono i risultati, ordinati per velocità di download:

Via Lattea (UDP)

  • Velocità di download senza una connessione VPN: 158,7 Mbps
  • Velocità di download su una connessione VPN locale: 152,3 Mbps
  • Rallentamento: 4.0%

OpenVPN (UDP)

  • Velocità di download senza una connessione VPN: 158,7 Mbps
  • Velocità di download su una connessione VPN locale: 151,3 Mbps
  • Rallentamento: 4.6%

Lightway (TCP)

  • Velocità di download senza una connessione VPN: 158,7 Mbps
  • Velocità di download su una connessione VPN locale: 140,0 Mbps
  • Rallentamento: 11.8%

OpenVPN (TCP)

  • Velocità di download senza una connessione VPN: 158,7 Mbps
  • Velocità di download su una connessione VPN locale: 138,3 Mbps
  • Rallentamento: 12.8%

IKEv2

  • Velocità di download senza una connessione VPN: 158,7 Mbps
  • Velocità di download su una connessione VPN locale: 134,7 Mbps
  • Rallentamento: 15.1%

Conclusioni del test di velocità di ExpressVPN

ExpressVPN è una VPN ultraveloce. Proprio come NordVPN, provoca un rallentamento inferiore al 5% nella velocità di download, che consideriamo il gold standard.

Ma la velocità di download non racconta l’intera storia. Grazie al protocollo Lightway, il tempo di connessione di ExpressVPN al server è istantaneo. Si clicca sulla connessione e funziona semplicemente.

Potrebbe sembrare banale. Ma non abbiamo riscontrato questa situazione in nessun altro servizio VPN. I protocolli WireGuard, OpenVPN e IKEv2 non sono ottimizzati in modo simile. Quindi richiedono più tempo per connettersi.

Questo conferisce a ExpressVPN un’atmosfera premium e affidabile. Vale la pena pagare il doppio rispetto agli altri servizi VPN? Solo lei può decidere. Ma certamente funziona in modo eccellente.

Test di tenuta: Quanto è sicura ExpressVPN?

Test di tenuta

Quanto è sicura ExpressVPN?

ExpressVPN è perfettamente sicura. Non ha perso alcun dato nel nostro test sulle perdite IP, DNS e WebRTC. E ha persino una funzione di protezione contro le perdite IPv6 integrata nella sua app per Windows.

Che cos’è una perdita di IP?

Quando naviga sul web tramite una connessione VPN sicura, i siti web e le app che visita dovrebbero vedere l’indirizzo IP del server VPN e non il suo. Questo è ciò che la rende anonima online. Tuttavia, a volte il suo indirizzo IP di origine può trapelare.

Questo potrebbe accadere perché il provider VPN non utilizza i propri server DNS o a causa di una perdita WebRTC nel suo browser.

Abbiamo verificato le potenziali fughe IP, DNS e WebRTC tramite browserleaks.com. Il nostro IP di origine era di Colonia, Germania. E il nostro server VPN si trovava nei Paesi Bassi. Quindi, ogni volta che i risultati del test mostravano un indirizzo IP olandese (vedere l’immagine sopra), ExpressVPN non aveva perdite.

Questi sono stati i risultati:

Test di tenuta IP

ExpressVPN non ha perso il nostro indirizzo IP nel test di IP leak.

Test di tenuta DNS

ExpressVPN non ha perso il nostro indirizzo IP nel test di perdita DNS.

Test di tenuta di WebRTC

ExpressVPN non ha perso il nostro indirizzo IP nel test di perdita WebRTC.

Confronto dei prezzi: Quanto costa ExpressVPN?

Confronto dei prezzi

Quanto costa ExpressVPN?

ExpressVPN costa 8,32 dollari al mese con un contratto di un anno. Questo la rende la VPN più costosa. Costa il doppio rispetto ai suoi principali concorrenti, tra cui CyberGhost, Surfshark e NordVPN.

Per essere onesti, ExpressVPN utilizza una tecnologia di privacy premium, sia dal lato hardware che software. Dispone di server RAM in tutta la sua rete e il suo protocollo Lightway si connette molto più velocemente di altri protocolli VPN.

Ma l’abbonamento a ExpressVPN vale il prezzo? Solo lei può deciderlo. Se non è sicuro, le consigliamo di dare un’occhiata a NordVPN. È ugualmente avanzato, ha un aspetto ancora migliore ed è significativamente più conveniente.

Confronto dei prezzi

Nella tabella sottostante, può confrontare i prezzi di ExpressVPN con i suoi concorrenti più importanti in USD. Abbiamo scelto di mostrare il prezzo annuale piuttosto che quello mensile, che riteniamo sia più utile per la maggior parte delle persone. Abbiamo classificato la VPN in base al prezzo inferiore di 1 anno.

Questi prezzi cambiano nel tempo e talvolta variano da Paese a Paese. Pertanto, consigliamo sempre di visitare NordVPN per vedere il prezzo più recente nella sua regione.

Metodi di pagamento

ExpressVPN accetta un’ampia gamma di metodi di pagamento, tra cui Carta di credito, Bitcoin, PayPal, AliPay, Sofort, iDeal, Klarna, GiroPay e altri ancora.

CyberGhost
Surfshark
IPVanish
NordVPN
Hotspot Shield
ExpressVPN
Prezzo per 1 anno
$47.64
$47.88
$47.89
$59.88
$95.88
$99.84
Recensione di ExpressVPN per Windows (2023)

Recensione di ExpressVPN per Windows (2023)

ExpressVPN è una delle migliori VPN per Windows. Grazie all’hardware (server RAM) e al software (Lightway), è eccezionalmente sicura. Ma in termini di design e di funzioni bonus, rimane indietro rispetto al suo principale concorrente, NordVPN.

Design

ExpressVPN si presenta bene. È una VPN molto funzionale, incentrata sul pulsante di connessione. Soprattutto quando utilizza il suo protocollo VPN Lightway personalizzato, i tempi di connessione sono quasi istantanei, il che conferisce a ExpressVPN la sua caratteristica sensazione di qualità.

Detto questo, non può competere con il design di NordVPN. Soprattutto in modalità scura, NordVPN ha un aspetto molto più elegante. Naturalmente, si potrebbe sostenere che il design di una VPN conta meno della sua funzionalità. Ma al prezzo di ExpressVPN, potrebbe avere un aspetto più sexy.

Caratteristiche

ExpressVPN utilizza una tecnologia davvero impressionante. Grazie ai suoi server solo RAM e al protocollo VPN personalizzato, è una fortezza della privacy. Inoltre, include funzioni di sicurezza critiche, tra cui un kill switch e lo split tunneling.

Tuttavia, è meno ricco di funzioni rispetto al suo principale concorrente, NordVPN, che offre molti extra come Server VPN doppi, Server Onion over VPN, Server IP dedicati, Meshnet e un Dark Web Monitor.

ExpressVPN sta iniziando a recuperare un po’ di terreno, grazie all’introduzione del gestore di password per Google Chrome. Ma NordVPN è ancora molto avanti per quanto riguarda le funzioni bonus.

Di seguito elencheremo le varie funzioni disponibili su Windows, con una breve descrizione. Per maggiori dettagli, visiti la sezione “Caratteristiche” di questa recensione.

  • Server in 94 Paesi: 46 hanno server fisici. 48 hanno server virtuali.
  • Tecnologia TrustedServer: Server RAM che cancellano tutti i dati al riavvio.
  • Protocollo VPN Lightway: Un protocollo personalizzato che si connette istantaneamente.
  • Avvio automatico: Avvia automaticamente ExpressVPN all’avvio di Windows.
  • Connessione automatica: Connette automaticamente ExpressVPN all’avvio.
  • Interruttore di blocco della rete: Interrompe tutto il traffico quando la VPN si disconnette.
  • Tunneling diviso: Scelga quali applicazioni passano attraverso il tunnel VPN.
  • Selezione del protocollo: Selezioni Lightway, OpenVPN, IKEv2 o L2TP/IPsec.
  • Protezione dalle fughe IPv6: Impedisce che il suo indirizzo IPv6 venga rilevato.
  • Ottimizzare la velocità di Windows: impostare le impostazioni ottimali su Windows 7 e 8.

Riteniamo che ExpressVPN sia una delle migliori VPN per Windows.

Recensione di ExpressVPN per Mac (2023)

Recensione di ExpressVPN per Mac (2023)

ExpressVPN è un’eccellente VPN per Mac. Applica la migliore tecnologia di sicurezza, compresi i server RAM, il protocollo Lightway personalizzato e varie funzioni bonus come la connessione automatica e il kill switch. Ma in termini di design e di extra, ha iniziato a rimanere indietro rispetto a NordVPN.

Design

ExpressVPN si presenta bene. È una VPN funzionale, incentrata sul pulsante di connessione. Grazie al suo protocollo VPN Lightway personalizzato, i tempi di connessione sono quasi istantanei, il che conferisce a ExpressVPN la sua caratteristica sensazione di qualità.

Ma come su Windows, non può competere con il design di NordVPN. Soprattutto in modalità scura, NordVPN ha un aspetto molto più gradevole.

Caratteristiche

ExpressVPN utilizza una tecnologia impressionante. Grazie ai suoi server RAM e al protocollo Lightway, è altamente sicura. Include anche un kill switch su Mac, ma non la funzione di split tunneling disponibile su Windows.

Tuttavia, è meno ricco di funzioni rispetto al suo principale concorrente, NordVPN, che offre molti extra come Server VPN doppi, Server Onion over VPN, Server IP dedicati, Meshnet e un Dark Web Monitor.

ExpressVPN sta iniziando a recuperare un po’ di terreno, grazie all’introduzione di Threat Protection su Mac e del gestore di password per Google Chrome. Ma NordVPN è ancora molto avanti per quanto riguarda le funzioni bonus.

Di seguito elencheremo le varie funzioni disponibili su Mac, con una breve descrizione. Per maggiori dettagli, visiti la sezione “Caratteristiche” di questa recensione.

  • Server in 94 Paesi: 46 hanno server fisici. 48 hanno server virtuali.
  • Tecnologia TrustedServer: Server RAM che cancellano tutti i dati al riavvio.
  • Protocollo VPN Lightway: Un protocollo personalizzato che si connette istantaneamente.
  • Avvio automatico: Avvia automaticamente ExpressVPN all’avvio di Windows.
  • Connessione automatica: Connette automaticamente ExpressVPN all’avvio.
  • Interruttore di blocco della rete: Interrompe tutto il traffico quando la VPN si disconnette.
  • Selezione del protocollo: Selezioni Lightway, OpenVPN o IKEv2.
  • Protezione dalle minacce: Blocca i tracker e i siti web dannosi a livello di DNS.
  • Protezione dalle fughe IPv6: Impedisce che il suo indirizzo IPv6 venga rilevato.

Riteniamo che ExpressVPN sia una delle migliori VPN per Mac.

Recensione di ExpressVPN per Android (2023)

Recensione di ExpressVPN per Android (2023)

ExpressVPN per Android è eccellente. Il design è funzionale ed elegante, e include un gestore di password completamente integrato, un kill switch e lo split tunneling. È un servizio VPN eccezionale per il suo smartphone.

Design

L’app per Android di ExpressVPN ha un bell’aspetto. È funzionale e si concentra sul pulsante di connessione. Grazie al protocollo VPN Lightway personalizzato, i tempi di connessione sono quasi istantanei, il che conferisce a ExpressVPN la sua caratteristica sensazione premium.

Sebbene preferiamo il design di NordVPN su Windows e Mac, la visualizzazione della mappa del mondo offre meno vantaggi sui dispositivi Android a causa delle dimensioni ridotte dello schermo. Pertanto, sugli smartphone, consideriamo le due VPN premium uguali.

Caratteristiche

ExpressVPN utilizza una tecnologia impressionante. Grazie ai suoi server RAM e al protocollo Lightway, è altamente sicura.

Tuttavia, è meno ricco di funzioni rispetto al suo principale concorrente, NordVPN, che offre molti extra su Android, come i Server VPN doppi, i Server P2P, la Protezione dalle minacce, Meshnet e un Monitor del Dark Web.

Tuttavia, un vantaggio di ExpressVPN è il gestore di password completamente integrato chiamato ExpressVPN Keys. Su NordVPN, può scegliere di acquistare il suo gestore di password NordPass, ma verrà fornito come applicazione stand-alone.

Se non sta già utilizzando un gestore di password, le consigliamo vivamente di farlo. Consideriamo il software antivirus, un servizio VPN e un gestore di password i tre elementi fondamentali della cybersicurezza dei consumatori.

Di seguito elencheremo le varie funzioni disponibili su Android, con una breve descrizione. Per maggiori dettagli, visiti la sezione “Caratteristiche” di questa recensione.

  • Server in 94 Paesi: 46 hanno server fisici. 48 hanno server virtuali.
  • Tecnologia TrustedServer: Server RAM che cancellano tutti i dati al riavvio.
  • Protocollo VPN Lightway: Un protocollo personalizzato che si connette istantaneamente.
  • Chiavi ExpressVPN: Il gestore di password è completamente integrato nell’app.
  • Connessione automatica: Si connette automaticamente alle reti Wi-Fi non attendibili.
  • Interruttore di protezione della rete: Interrompe tutto il traffico quando la VPN si disconnette.
  • Tunneling diviso: Scelga quali applicazioni passano attraverso il tunnel VPN.
  • Selezione del protocollo: Selezioni Lightway o OpenVPN.

Riteniamo che ExpressVPN sia una delle migliori VPN per Android.

Recensione di ExpressVPN per iOS (2023)

Recensione di ExpressVPN per iOS (2023)

ExpressVPN per iOS è eccellente. Il design funzionale è elegante e include un gestore di password completamente integrato, un kill switch e una protezione dalle minacce. È un servizio VPN davvero eccellente per il suo iPhone o iPad.

Design

L’app iOS di ExpressVPN ha un bell’aspetto. È funzionale e si concentra sul pulsante di connessione. Grazie al suo protocollo VPN Lightway personalizzato, i tempi di connessione sono quasi istantanei, il che conferisce a ExpressVPN la sua caratteristica sensazione premium.

Sebbene preferiamo il design di NordVPN su Windows e Mac, la vista della mappa del mondo offre meno vantaggi sui dispositivi iOS a causa delle dimensioni ridotte dello schermo. Quindi, sugli smartphone, consideriamo le due soluzioni uguali.

Caratteristiche

Una storia simile può essere raccontata per quanto riguarda le funzioni disponibili su iOS. Apple è piuttosto restrittiva per quanto riguarda le funzioni di sicurezza sul suo sistema operativo mobile, quindi sia NordVPN che ExpressVPN non sono così ricchi di funzioni su iOS come su altri sistemi operativi.

Tuttavia, un vantaggio di ExpressVPN è il gestore di password completamente integrato, chiamato ExpressVPN Keys. Su NordVPN, può scegliere di acquistare il suo gestore di password NordPass, ma verrà fornito come applicazione indipendente.

Se non sta già utilizzando un gestore di password, le consigliamo vivamente di farlo. Consideriamo il software antivirus, un servizio VPN e un gestore di password i tre elementi fondamentali della cybersicurezza dei consumatori.

Di seguito elencheremo le varie funzioni disponibili su iOS, con una breve descrizione. Per maggiori dettagli, visiti la sezione “Caratteristiche” di questa recensione.

  • Server in 94 Paesi: 46 hanno server fisici. 48 hanno server virtuali.
  • Tecnologia TrustedServer: Server RAM che cancellano tutti i dati al riavvio.
  • Protocollo VPN Lightway: Un protocollo personalizzato che si connette istantaneamente.
  • Chiavi ExpressVPN: Il gestore di password è completamente integrato nell’app.
  • Interruttore di blocco della rete: Interrompe tutto il traffico quando la VPN si disconnette.
  • Selezione del protocollo: Selezioni Lightway o IKEv2.
  • Protezione dalle minacce: Blocca i tracker e i siti web dannosi a livello di DNS.

Riteniamo che ExpressVPN sia una delle migliori VPN per iOS.

ExpressVPN su altri dispositivi

ExpressVPN funziona con quasi tutti i dispositivi. Può scaricarla per Windows, Mac, Android, iOS, Linux, Fire TV, Android TV e Chromebook. Tenga presente che su Linux non esiste un’applicazione. Dovrà invece lavorare attraverso il terminale.

E se desidera proteggere tutti i dispositivi della sua casa o della sua azienda, può prendere in considerazione l’installazione di ExpressVPN sul suo router. L’azienda ha recentemente rilasciato il proprio router, chiamato ExpressVPN AirCove.

ExpressVPN per Linux

ExpressVPN non dispone di un’applicazione per Linux. Dovrà invece lavorare attraverso il terminale. Da lì, può anche scegliere il server, attivare il kill switch e applicare la connessione automatica. Può scaricare ExpressVPN per:

  • Ubuntu 64-bit
  • Ubuntu 32-bit
  • Fedora 64-bit
  • Fedora 32-bit
  • Arch 64-bit
  • Sistema operativo Raspberry Pi

Le estensioni per il browser di ExpressVPN

Le estensioni del browser per Brave, Chrome, Firefox e Vivaldi sono controlli remoti per l’applicazione ExpressVPN principale. Pertanto, quando sceglie un server ExpressVPN diverso nell’estensione del browser, questo viene regolato anche nell’app.

Questo differisce da altri fornitori di VPN, come NordVPN e CyberGhost, che utilizzano i proxy VPN nei browser. Queste VPN autonome criptano il traffico che scorre attraverso il browser, ma nient’altro.

Ogni metodo ha dei vantaggi e uno non è migliore dell’altro. Tuttavia, la particolarità delle estensioni di ExpressVPN consiste nel fatto che esse falsificano la posizione HTML5 e costringono i siti web a utilizzare la versione sicura HTTPS.

Nota: non esiste un’estensione ExpressVPN per Microsoft Edge. Può invece scaricare l’estensione per Chrome dal Chrome Web Store.

ExpressVPN per i router

Il modo più semplice per proteggere tutti i dispositivi IoT della sua casa o azienda è installare ExpressVPN sul suo router. In questo modo, non dovrà mai pensare di connettersi alla VPN; tutti i suoi dispositivi saranno automaticamente protetti.

Con la funzione Gruppi di dispositivi di ExpressVPN, può raggruppare i suoi dispositivi in un massimo di 5 gruppi e selezionare un server VPN separato per ciascun gruppo. Ad esempio, i suoi dispositivi di gioco possono collegarsi ad un server locale, mentre i dispositivi di intrattenimento si collegano ad un server statunitense per i contenuti di Netflix.

Tutto questo è gestibile dal sito web dedicato al router di ExpressVPN. Potrebbe sembrare complicato, ma una volta configurato il router, è molto semplice.

Per i clienti statunitensi, ExpressVPN ha recentemente lanciato il proprio router, ExpressVPN AirCove. Può acquistarlo su Amazon.

Ma se possiede già un router, può anche installare ExpressVPN su di esso. I seguenti router possono essere controllati dall’app di ExpressVPN:

  • ExpressVPN AirCove AX1800
  • Linksys WRT1200AC
  • Linksys WRT1900ACS
  • Linksys WRT1900AC 13J1
  • Linksys WRT1900AC 13J2
  • Linksys WRT3200ACM
  • Linksys WRT32X
  • Linksys EA6200
  • Asus RT-AC56R
  • Asus RT-AC56S
  • Asus RT-AC56U
  • Asus RT-AC68Uv3
  • Asus RT-AC87U
  • Netgear Nighthawk R7000
  • Netgear R6300v2
  • Netgear R6400v2
  • Netgear Nighthawk R6700v3
  • Netgear Nighthawk R7000P

Ma può anche scaricare il firmware per vari router Asus, Merlin, D-Link, Netduma, Sabai e TP-Link dal sito web di ExpressVPN.

ExpressVPN per tutto il resto

ExpressVPN funziona con molti altri dispositivi:

  • Fire TV e Kindle Fire con un’app.
  • Android TV e box Android TV con un’app.
  • Chromebook con un’app.
  • Playstation con MediaStreamer (configuri l’indirizzo IP DNS).
  • Xbox con MediaStreamer (configurare l’indirizzo IP DNS).
  • Apple TV tramite la posizione di iTunes e le impostazioni DNS.

Per ognuna di esse può trovare delle semplici istruzioni di configurazione nel suo account ExpressVPN.

Assistenza clienti ExpressVPN

ExpressVPN dispone di un’ampia biblioteca online di tutorial e video per qualsiasi domanda. In alternativa, può anche collegarsi al loro supporto LiveChat 24/7, che è cortese e competente. Il suo servizio clienti è eccellente.

Recensioni TrustPilot di ExpressVPN

Ci sono più di 12.000 recensioni di utenti su ExpressVPN su TrustPilot. La valutazione media di queste recensioni è di ben 4,7 su 5,0.

Tra le recensioni positive di ExpressVPN su TrustPilot, potrà leggere di:

  • Il fatto che ExpressVPN “semplicemente funziona”.
  • La velocità di download veloce e affidabile.
  • Il team di assistenza clienti amichevole ed efficace.

Tra le recensioni negative di ExpressVPN su TrustPilot, potrà leggere di:

  • Il prezzo, che è doppio rispetto alla concorrenza.
  • Il complesso processo di cancellazione e di rimborso di 30 giorni.

Nel complesso, la maggior parte degli utenti di ExpressVPN sembra aver avuto un’ottima esperienza.

Domande frequenti

Di seguito sono riportate le domande frequenti su ExpressVPN.

Che cos'è ExpressVPN?

ExpressVPN è uno dei principali fornitori di VPN. Aiuta gli utenti a ripristinare la loro privacy e sicurezza online con applicazioni facili da usare e dal design accattivante.

ExpressVPN è gratuito?

ExpressVPN non è gratuito. Si tratta di un servizio VPN a pagamento che parte da 8,32 dollari al mese se sottoscrive un contratto di un anno.

ExpressVPN è sicuro?

ExpressVPN è incredibilmente sicura. Utilizza un’eccellente tecnologia per la privacy, come la crittografia AES-256 e il protocollo Lightway, e viene regolarmente sottoposta a controlli di sicurezza indipendenti.

ExpressVPN vale la pena?

Non ne siamo sicuri. ExpressVPN è un’ottima VPN, ma anche molto più costosa della concorrenza. Riteniamo che NordVPN offra un miglior rapporto qualità-prezzo.

Come utilizzare ExpressVPN?

ExpressVPN è molto semplice da usare. Paghi il servizio, scarichi l’applicazione e clicchi sulla connessione. Questo è tutto ciò che serve per ripristinare la sua privacy online.

Come funziona ExpressVPN?

ExpressVPN cripta la sua connessione internet e nasconde il suo indirizzo IP, rendendola anonima online. Lo fa instradando i suoi dati attraverso un server VPN prima che raggiungano il web.

Su quanti dispositivi può installare ExpressVPN?

Può installare ExpressVPN su 5 dispositivi contemporaneamente. E se installa ExpressVPN sul suo router, può proteggere un numero illimitato di dispositivi, purché accedano a Internet tramite il router.

Quanto costa ExpressVPN al mese?

ExpressVPN costa 8,32 dollari al mese con un contratto di un anno, 9,99 dollari al mese con un contratto di 6 mesi e 12,95 dollari al mese con un contratto di un mese.

ExpressVPN rallenta la velocità di internet?

Sì. Come ogni VPN, ExpressVPN rallenta la velocità di internet. Come ogni VPN, ExpressVPN rallenta la velocità di internet. Tuttavia, quando ci siamo collegati a un server locale tramite il protocollo Lightway (UDP), il rallentamento è stato solo di qualche punto percentuale.

ExpressVPN vende i suoi dati?

No, ExpressVPN non tiene traccia di ciò che fa online. Pertanto, non ha nemmeno dati da vendere.

Author: Tibor Moes

Author: Tibor Moes

Fondatore e capo redattore di SoftwareLab

Tibor è un ingegnere e imprenditore olandese. Collauda software di sicurezza dal 2014.

Utilizza Norton per proteggere i suoi dispositivi, CyberGhost per la sua privacy e Dashlane per le sue password.

Questo sito web è ospitato su un server Digital Ocean via Cloudways ed è costruito con DIVI su WordPress.

Può trovarlo su LinkedIn o contattarlo qui.